Come avviare un’attività di coaching in 6 semplici tappe

Come avviare un’attività di coaching in 6 semplici tappe

Come avviare un’attività di coaching online e offline

Come avviare un’attività di coaching? Avviare un’attività di coaching richiede di definire una strategia per trovare dei clienti di coaching.

In questo articolo vi proponiamo 6 consigli per avviare un’impresa di coaching e prosperare economicamente come coach.

I consigli che scoprirete sono il frutto della nostra esperienza pluriennale nel coaching e nella gestione d’impresa.

Scoprite subito le 6 tappe fondamentali per aprire il vostro studio di coaching.

Scegliete un corso di coaching che vi permetta di avviare un’attività di coaching

Il primo step consiste nel trovare un buon corso di coaching che vi permetta:

  • di imparare e praticare le basi del coaching per aiutare i vostri futuri clienti in un contesto lavorativo o nella loro vita privata
  • di migliorare il vostro sviluppo personale per diventare un buon coach
  • di acquisire le conoscenze del marketing per definire i clienti che volete aiutare e mettere in atto una strategia adatta per farvi trovare dalla clientela che vi interessa

Trovare una buona scuola di coaching non è semplice perché la maggior parte delle scuole di vi propongono una visione idealizzata del mestiere del coach, secondo la quale, è sufficiente seguire un corso di coaching per vivere di quest’attività.

Di conseguenza, queste stesse scuole non propongono dei corsi di coaching adatti ai veri bisogni dei futuri coach.

Di conseguenza diventa impossibile vivere del coaching se non si conoscono tutte le particolarità del mestiere del coach e le strategie di marketing che permettono di diventare leader d’una o più nicchie di mercato.

Per questo motivo, abbiamo creato un corso di coaching on line destinato alle persone che desiderano diventare coach e vivere del loro mestiere.

Definite almeno una nicchia mercato come coach

Dopo aver trovato il corso di coaching adatto ai vostri bisogni, il secondo step consiste nel definire una o più nicchie di mercato nel coaching.

Fare questo è indispensabile per evitare di ritrovarvi nelle stesse condizioni della maggior parte dei coach che restano senza clienti.

Ciò avviene perché la maggioranza dei coach attualmente presenti sul mercato sono dei generalisti del coaching e non possiedono nessuna strategia efficace per attirare costantemente dei clienti di coaching.

I coach che hanno una clientela solida e costante sono quelli che scelgono almeno una nicchia di mercato e diventano leader in uno specifico bisogno.

Scegliete il nome del dominio e create il vostro sito internet

Dopo aver deciso i clienti che desiderate aiutare e dopo aver testato se nella vostra nicchia di mercato è in grado di permettervi di avviare un’attività di coaching, il terzo step consiste nello scegliere il domino del sito che rappresenterà online la vostra attività di coaching.

Poi, è importante effettuare delle ricerche per identificare le parole chiave che vi permetteranno di farvi trovare dai clienti che vi interessano maggiormente.

Inoltre, è ugualmente importante analizzare la concorrenza per evitare di perdere tempo in nicchie di mercato troppo sature.

Dopo aver seguito queste fasi, potete acquistare il dominio che vi interessa e creare o far creare il vostro sito internet.

Attuate ed adattate la vostra strategia marketing per i coach

Adesso che avete definito la vostra strategia, il quarto step consiste nell’attuare la vostra strategia e nel verificare costantemente se le azioni che portate a termine vi avvicinano o vi allontanano agli obiettivi.

In questo modo, sarete più facilmente in grado di modificare gli elementi che non vi permettono di raggiungere gli obiettivi che vi siete fissati.

Con una buona strategia marketing e con una buona analisi dei vostri progressi ed errori, sarete più facilmente in grado di sviluppare e fidelizzare la vostra clientela.

In questo modo, potrete rinforzare la vostra esperienza, farvi un nome nel mondo del coaching e prosperare come coach.

Scegliete lo statuto giuridico più adatto a voi

Il quinto step per avviare un’attività di coaching consiste nella scelta dello statuto giuridico più adatto ai vostri bisogni.

All’inizio della vostra attività, potete scegliere di aprire una partita iva approfittando di agevolazioni per la creazione d’impresa.

Potrete cambiare in seguito il vostro statuto in funzione dell’evoluzione della vostra attività.

Proteggete il vostro marchio

Adesso che avete le idee più chiare su come avviare un’attività di coaching, il sesto ed ultimo step consiste nel proteggere il vostro lavoro registrando il vostro marchio.

Per fare questo, potete contattare uno studio legale esperto in proprietà intellettuale.

Fare ciò, richiede un investimento che dipende dai vostri bisogni e dal livello di protezione della vostra marca.

Quest’ultima tappa è fondamentale se il vostro obiettivo è di vivere del coaching e se volete evitare che altri coach si approfittino del vostro nome, dei vostri sforzi e del vostro lavoro.

Conclusione finale su come avviare un’attività di coaching

Adesso conoscete le principali tappe da seguire per avviare il vostro studio di coach, sviluppare la vostra professionalità e prosperare come coach.

Se desiderate saperne di più su come avviare un’attività di coaching, imparare il marketing per i coach o seguire un corso di coaching on line, scriveteci adesso passando per il nostro modulo di contatto.

 

 

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt
0