12 regole per la vita. Un antidoto al caos: perché dovresti leggerlo adesso

12 regole per la vita. Un antidoto al caos

Nel libro bestseller, 12 regole per una vita. Un antidoto al caos, Jordan B. Peterson considera che il cammino che dovrebbe guidarci nella nostra vita si trova a metà strada tra l’ordine e il caos.

Utilizzando esempi tratti dalla storia, dalla religione, dalle tradizioni antiche e dalla vita quotidiana, l’autore estrae le regole che possono aiutarci a vivere meglio al confine tra ordine e caos.

Ora presenterò una sintesi di queste 12 regole.

Regola 1 – Stai dritto con le spalle all’indietro

Secondo Peterson, le gerarchie di dominio sono state, e sono ancora, una caratteristica essenziale della nostra esistenza.

Questa consapevolezza è essenziale perché ogni persona impari a difendere i propri diritti.

Cambiando le proprie abitudini, ogni persona può riprendere il controllo della propria vita.

Imparare a cambiare il nostro atteggiamento verso le situazioni, credendo nel nostro potenziale e inviando segnali esterni agli altri che confermano le nostre capacità, ci permette di riprendere il controllo e creare una vita migliore.

Se vuoi leggere questo libro, compra subito 12 regole per una vita. Un antidoto al caos.

Regola 2 – Trattati come qualcuno che hai la responsabilità di aiutare

L’autore sottolinea l’importanza di imparare a prendersi maggiormente cura di noi stessi, ma anche di imparare a trovare un equilibrio tra il conosciuto e l’ignoto.

Quello che sappiamo ci dà l’equilibrio di cui abbiamo bisogno per godere della stabilità della nostra vita.

D’altra parte, l’ignoto o il caos rappresentano ciò che dobbiamo esplorare per progredire nella nostra vita.

Peterson ci invita a diventare più attenti a noi stessi perché ce lo meritiamo e perché tutti noi abbiamo un ruolo importante da svolgere nello sviluppo della nostra società.

Se vuoi leggere questo libro, compra subito 12 regole per una vita. Un antidoto al caos.

Regola 3 – Fai amicizia con persone che vogliono il meglio per te

L’autore sottolinea l’importanza di fare amicizia con le persone che ci aiutano a tirare fuori il meglio di noi stessi.

Per raggiungere questo obiettivo, è importante prima di tutto diventare consapevoli del fatto che meritiamo una vita migliore e imparare dal nostro passato per intraprendere nuove azioni.

Ma la strada verso una vita felice richiede molto più sforzo di quella che porta al fallimento e alcune persone non sono motivate a cambiare la loro vita in meglio.

Diventa quindi essenziale prendere coscienza delle nostre responsabilità e scegliere con cura le persone che vogliono il nostro successo e che sono sincere con noi.

Se vuoi leggere questo libro, compra subito 12 regole per una vita. Un antidoto al caos.

Regola 4 – Paragonati a chi eri ieri, non a quello che è oggi qualcun altro

L’autore ci invita a capire che dobbiamo smettere di ascoltare il nostro dialogo interno, che è estremamente critico e che ci impedisce di essere felici quando ci paragoniamo agli altri.

Al contrario, è importante diventare consapevoli della nostra unicità, dei nostri desideri e di ciò che è importante per noi senza paragonarci agli altri.

Sono piccole azioni ripetute nel tempo che ci permettono di rafforzare la nostra autostima e fiducia in noi stessi e di progredire costantemente nella direzione che ci fa bene.

Imparare a concentrarsi sulla risoluzione dei problemi che sono sotto il nostro controllo, che vogliamo e siamo motivati a risolvere, ci permette di riprendere il controllo della nostra vita.

Essendo gentili con noi stessi, e sviluppando l’abitudine di fare qualcosa ogni giorno per migliorare la qualità della nostra vita, creeremo una vita migliore.

Se vuoi leggere questo libro, compra subito 12 regole per una vita. Un antidoto al caos.

Regola 5 – Non lasciare che i tuoi figli facciano qualcosa che te li faccia odiare

L’autore sottolinea l’importanza che gli atteggiamenti dei genitori hanno sui loro figli e come far rispettare una serie di regole è essenziale per farli diventare adulti che rispettino se stessi e gli altri.

Il ruolo dei genitori è quello di definire per i loro figli ciò che è accettabile e ciò che non lo è, in modo che questi giovani diventino adulti capaci di integrarsi efficacemente nella società in cui vivono pur mantenendo la loro unicità.

Se vuoi leggere questo libro, compra subito 12 regole per una vita. Un antidoto al caos.

Regola 6 – Metti in ordine la tua casa prima di criticare il mondo

L’autore mostra che indipendentemente dagli eventi negativi che sperimentiamo, abbiamo sempre la scelta di discernere il bene e il male.

Il significato che diamo agli eventi e ciò su cui decidiamo di concentrarci determinano le nostre scelte più di ciò che abbiamo vissuto.

Peterson ci invita a cominciare a risolvere i nostri problemi un po’ alla volta e a concentrarci su ciò che costruisce l’autostima e la fiducia in se stessi.

Se vuoi leggere questo libro, compra subito 12 regole per una vita. Un antidoto al caos.

Regola 7 – Perseguisci ciò che è importante

L’autore ci invita a usare la gratificazione ritardata come motivazione per accettare il disagio a breve termine al fine di godere di maggiori benefici a lungo termine.

Più siamo in grado di vivere la nostra vita al massimo, più siamo in grado di sacrificarci quando è necessario.

Per riprendere il controllo della nostra vita e vivere meglio, dobbiamo riprendere la responsabilità delle nostre azioni, rimanere umili e iniziare a risolvere i piccoli problemi che affrontiamo ogni giorno.

Sviluppando questa abitudine, diventiamo capaci di migliorare la nostra vita e quella degli altri.

Se vuoi leggere questo libro, compra subito 12 regole per una vita. Un antidoto al caos.

Regola 8 – Dì la verità – o almeno non mentire

Imparare a dire quello che pensiamo è importante per avere relazioni più autentiche con gli altri e quindi per imparare ad essere più assertivi.

Ma dire la verità o almeno non mentire è anche necessario per permetterci di essere in accordo con i nostri valori e per la possibilità di far emergere nuovi aspetti della nostra unicità.

L’autore ci invita ancora a rimanere umili e ad ammettere che non abbiamo tutte le risposte, ma la nostra scelta di diventare consapevoli di ciò che non sappiamo e di fare il possibile per imparare, sono essenziali per progredire nella nostra vita.

Se vuoi leggere questo libro, compra subito 12 regole per una vita. Un antidoto al caos.

Regola 9 – Supponi che la persona che stai ascoltando possa sapere qualcosa che tu non sai

L’autore ci invita a rimanere umili, a comunicare apertamente i nostri pensieri con gli altri, ad ascoltare i nostri interlocutori e a lasciare che gli altri esprimano i loro sentimenti senza influenzarli.

Per progredire e migliorare la qualità della nostra vita, dobbiamo renderci conto che non sappiamo tutto e dobbiamo essere umili per imparare ciò che ci serve per vivere meglio.

Se, al contrario, rimaniamo bloccati nelle nostre certezze senza aprirci a nuove possibilità, soffriamo di più e non siamo in grado di evolvere.

Se vuoi leggere questo libro, compra subito 12 regole per una vita. Un antidoto al caos.

Regola 10 – Sii specifico nel tuo discorso

Abbiamo una percezione limitata del mondo che ci circonda e delle persone con cui interagiamo.

Ciò che percepiamo è solo una semplificazione della realtà e non la realtà in tutta la sua complessità.

Attribuiamo al nostro ambiente un significato che dipende dalle nostre intenzioni e obiettivi personali.

Ma risolvere i nostri problemi richiede una consapevolezza della complessità della vita e delle nostre relazioni.

Avere il coraggio di affrontare i problemi quando si presentano, invece di fingere che non esistano, è l’inizio della loro soluzione.

In un modo diverso, prima o poi questi problemi diventeranno ingestibili e dovremo affrontare il fallimento.

La soluzione è quindi quella di descrivere chiaramente le nostre difficoltà per poterle gestire una dopo l’altra.

Se vuoi leggere questo libro, compra subito 12 regole per una vita. Un antidoto al caos.

Regola 11 – Non disturbare i bambini quando fanno skateboard

Jordan Peterson ci invita a renderci conto che c’è una tendenza nella nostra società a dividere uomini e donne.

Questa tendenza si basa su discorsi mediati da diverse correnti come il femminismo, il machilismo, la teoria del genere, ecc.

Questi discorsi, sostenuti dagli interessi di diversi gruppi di potere, esistono perché questi gruppi approfittano del fatto che la maggior parte delle persone ha una visione limitata della storia dell’evoluzione comune di uomini e donne.

La vera storia è una storia di cooperazione che nel corso degli anni ha permesso a uomini e donne di migliorare la qualità della loro vita e delle diverse generazioni.

Se vuoi leggere questo libro, compra subito 12 regole per una vita. Un antidoto al caos.

Regola 12 – Accarezza un gatto quando ne incontri uno per strada

L’autore ci invita ad accettare i nostri limiti e le nostre debolezze perché, insieme alle nostre qualità, ci rendono l’essere unico che siamo.

Sono i nostri difetti così come le nostre qualità che ci rendono umani e ci fanno apprezzare le qualità e i difetti delle persone che ci circondano.

Se vuoi leggere questo libro, compra subito 12 regole per una vita. Un antidoto al caos.

Conclusione sul libro 12 regole per una vita. Un antidoto al caos.

Questo libro è adatto alle persone che vogliono rimettersi in discussione per migliorare la qualità della loro vita professionale o personale.

Se sei pronto a fare un passo avanti per migliorare la tua vita, compra subito 12 regole per una vita. Un antidoto al caos.

Per continuare il tuo sviluppo personale e professionale e beneficiare della competenza di un life coach, scrivici ora attraverso il nostro modulo di contatto per parlare con un coach online.

Lascia un commento